Opuscolo per aspiranti escort

Distribuito in alcune scuole dell’Ucraina

Dove si offrono suggerimenti per prevenzione e altro ancora

Un piccolo manuale per chi vuole intraprendere il mestiere di escort, viene distribuito in alcune scuole ucraine a studentesse del quinto livello liceale, da parte di un ente pubblico locale non bene identificato, che mostra con immagini e descrive le potenziali pericolosita’ nel caso in cui una ragazza sia intenzionata a dedicarsi in queste situazioni dove ci sta di tutto e di piu’, oltre ai rischi. (Articolo)

Quali sono questi rischi per una giovane inesperta: il primo il rischio di contrarre malattie infettive come hiv e aids se non si fa’ uso di prevenzione, ovvero sia del profilattico, ma poi una volta spiegate tutte le pericolosita’ indicate nella brochure, si passa al pratico o meglio come affrontare la clientela. Eh gia’ ed e’ proprio qui casca l’asino per le inesperte perche’ tante di loro, cosi come viene indicato negli articoli dell’insegnamento, pensano sempre incontrare le persone giuste, quelle che hanno i soldi e ovviamente si possono permettere di accompagnarle in certi luoghi diversi dai soliti frequentati oppure elargire di piu’ di quanto si possa richiedere e invece non e’ cosi, quindi arrivati a pagina otto ecco alcuni suggerimenti basilari per le aspiranti ragazze escort: riscuoti il pagamento prima della prestazione, evita clienti ubriachi, stabilisci fin da subito la tipologia delle prestazioni, non servire diverse persone nello stesso momento e nello stesso luogo e cosi via.

Questo piccolo manuale che doveva servire per la prevenzione, si rivela invece una sorta di vademecum per le basi elementari di giovani escort per cui potete immaginare lo stupore sia del sindaco della citta’ e dei relativi docenti scolastici, i quali non ne sapevano nulla e di certo non si sarebbero mai aspettati che qualcuno davanti alle scuole potesse divulgare tale informazioni molto particolareggiate, quasi fossero scritte dalla mano di una esperta del settore per questioni inerenti ai rischi per sconosciuti contatti umani dell’occasione.

Non a caso in Ucraina per come stanno le cose in quel paese, la prostituzione sia di strada, di locali, hotel, ristoranti e di altro ancora, e’ un fatto dilagante da anni, tante ragazze partono da casa dirette in altre paesi europei per cercare un futuro migliore, un lavoro e farsi una vita diversa, ma poi alla fine tante di loro finiscono gioco forza per adattarsi a ben altro, peggio ancora quando finiscono in mano alla malavita organizzata che da quelle parti ha diramazioni in tutto il continente europeo.

Se facciamo la semplice equazione che a oggi il cambio di euro 50 sono per la loro moneta 350 euro, uniamo il fatto che uno stipendio mensile da quelle parti va dai 280 euro fino al massimo di 350 euro, potete immaginare perche’ una giovane donna si metta quasi spesso a disposizione per incontri sessuali a pagamento, nel giro di un solo mese guadagna quanto 1 anno per normali lavori e cosi facendo porta i soldi nel suo stato dove puo’ comperarsi anche una casa nel giro di poco tempo.

Detto questo, la brochure divulgata davanti alle scuole ucraine a noi pare piuttosto un invito mettendo insieme tutti i ragionamenti fatti sopra, se pensiamo che a Roma spesso transitano giovani sexy girl ucraine per 10/15 giorni che si spacciano per russe, mandate da agenzie o presunte tali cosi come ogni tanto lo vediamo su certi siti o riviste locali, la cosa non ci deve meravigliare piu’ di tanto, ma a pensare male non ci mettiamo molto tempo e forse non ci sbagliamo.